ibuprofene pm

Ibuprofen 200 mg (FANS) *

* Fans

antidolorifico

Se si verifica una reazione allergica, interrompere l’utilizzo e cercare aiuto medico immediatamente.

Stomaco avvertimento sanguinamento: Questo prodotto contiene un farmaco non steroideo anti-infiammatori (FANS), che può causare sanguinamento dello stomaco.

L’occasione è più alto se si

Ibuprofene e difenidramina Citrate Tablets, 200 mg / 38 mg

Antidolorifico (FANS) / notturna Sleep-Aid

Confronta i principi attivi di Advil® PM

** compresse a forma di capsula

iperlipoproteinemia di tipo III

importan; E ‘possibile che il titolo principale della relazione Iperlipoproteinemia tipo III non è il nome che vi aspettavate. Si prega di verificare i sinonimi sfogliare per trovare il nome alternativo (s) e disordine suddivisione (s) oggetto della presente relazione.

Iperlipoproteinemia tipo III, noto anche come dysbetalipoproteinemia o ampia malattia beta, è una malattia genetica rara caratterizzata da rottura improprio (metabolismo) di alcuni materiali grassi noti come lipidi, in particolare colesterolo e trigliceridi. Ciò comporta l’accumulo anomalo di lipidi nel corpo (iperlipidemia). Gli individui affetti possono sviluppare molteplici, urti giallastri lipidi-riempita (papule) o placche sulla pelle (xantomi). Gli individui affetti possono anche sviluppare l’accumulo di materiali grassi nei vasi sanguigni (arteriosclerosi) potenzialmente ostruiscono il flusso di sangue e conseguente malattia coronarica o malattia vascolare periferica. La maggior parte dei casi di tipo hyperlipoproteinemia III sono ereditate con modalità autosomica recessiva.

March of Dimes Birth Defects foundatio; 1275 Mamaroneck Avenu; White Plains, NY 1060; Tel: (914) 997-448; Fax: (914) 997-476; Tel: (888) 663-463; E-mail: Askus @ marchofdime; Internet: http: //www.marchofdime; Cuore Associatio; 7272 Greenville Avenu; Dallas, TX 7523; Tel: (214) 784-721; Fax: (214) 784-130; Tel: (800) 242-872; E-mail: Review.personal.info @ sentire; Internet: http: //www.hear; NIH / National Heart, Lung and Blood Institut; P.O. Box 3010; Bethesda, MD 20892-010; Tel: (301) 592-857; Fax: (301) 251-122; E-mail: nhlbiinfo@rover.nhlbi.nih.go; Internet: http://www.nhlbi.nih.gov; Malattie Genetiche e Rare (GARD) Informazioni Cente; PO Box 812; Gaithersburg, MD 20898-812; Tel: (301) 251-492; Fax: (301) 251-491; Tel: (888) 205-231; TDD: (888) 205-322; Internet: http://rarediseases.info.nih.gov/GARD/

Questo è un estratto di un rapporto della National Organization for Rare Disorders (NORD). Una copia del rapporto completo può essere scaricato gratuitamente dal sito Web NORD per gli utenti registrati. Il rapporto completo contiene informazioni aggiuntive compresi i sintomi, cause, popolazione colpita, disturbi legati, standard e terapie sperimentali (se disponibili), e riferimenti da letteratura medica. Per una versione full-text di questo argomento, andare a www.rarediseases e cliccare su Database delle Malattie Rare in “Rare Disease Informazioni”.

Le informazioni fornite in questo rapporto non è destinato a fini diagnostici. Esso è fornito solo a scopo informativo. NORD raccomanda che individui affetti chiedere il parere o consiglio dei propri medici personali.

E ‘possibile che il titolo di questo argomento non è il nome selezionato. Si prega di controllare le Sinonimi messa in vendita per trovare il nome alternativo (s) e Disturbo suddivisione (s) oggetto della presente relazione

Questa voce malattia si basa su informazioni mediche disponibili tramite la data alla fine del tema. Dal momento che le risorse di Nord sono limitate, non è possibile mantenere ogni voce del database malattia rara completamente aggiornate e precise. Si prega di verificare con le agenzie elencate nella sezione Risorse per le informazioni più aggiornate su questo disturbo.

Per ulteriori informazioni e assistenza su malattie rare, si prega di contattare l’Organizzazione Nazionale per le Malattie Rare presso P.O. Box 1968 Danbury, CT 06.813-1968, telefono (203) 744-0100, sito web o e-mail www.rarediseases orfano @ rarediseases

Ultimo aggiornamento: 2/8/200; Copyright 1986 1987, 1990, 1994, 2005 National Organization for Rare Disorders, Inc.

 dalla National Organization for Rare Disorders

Dysbetalipoproteinemi; Familial Dysbetalipoproteinemi; Broad Beta Diseas; Malattia di rimozione Remnant

Nessuna

sindrome ipereosinofila

Causa

Sintomi

sindrome ipereosinofila (HES) descrive un gruppo di malattie croniche che sono presenti nel sangue e nei tessuti numero molto elevato di eosinofili. Le persone con diagnosi di HES hanno elevati livelli di eosinofili nel sangue in almeno due occasioni e segni o sintomi di eosinofili infiltrazione dei diversi tessuti. HES può colpire qualsiasi organo del corpo e spesso coinvolge la pelle, polmoni, tratto gastrointestinale, cuore e sistema nervoso.

HES è un raro gruppo di malattie che colpiscono una stima di 0,36 a 6,3 persone ogni 100.000 negli Stati Uniti. Anche se HES sviluppa tipicamente tra i 20 e 50 anni, i bambini e gli anziani tra può anche essere colpiti.

Diagnosi

Ci sono molti diversi tipi di HES. In 10 a 20 percento dei casi, HES è causato da un problema nel eosinofili stesso. La maggior parte di questi casi sono causa di un’anomalia nel cromosoma 4 che porta alla fusione di due geni. Questo gene fuso, chiamato FIP1L1-PDGFRA, produce una proteina anomala che può causare cambiamenti nelle cellule del midollo osseo, con conseguente aumento dei livelli di eosinofili. In altri casi, HES è causata da anomalie in un diverso tipo di globuli chiamato linfociti. Questi linfociti anomali producono sostanze che portano ad un aumento della produzione degli eosinofili. Un numero molto limitato di casi sono ereditari. In più della metà dei casi, la causa di HES è sconosciuta.

Trattamento

sintomi HES sono estremamente varie e dipendono dagli organi coinvolti e la gravità della malattia. Le persone con HES comunemente esperienza stanchezza, dolori muscolari e articolari, eruzioni cutanee, prurito, dolore addominale, mancanza di respiro e tosse. dolore al petto e sintomi di coinvolgimento del sistema nervoso, come la debolezza o intorpidimento, possono essere segni di complicazioni pericolose per la vita.

Attualmente, non ci sono test diagnostici specifici per HES. I medici eseguono esami del sangue per misurare la conta degli eosinofili. Più di 1.500 eosinofili per microlitro di sangue possono indicare HES. Le persone sane hanno in genere meno di 500 eosinofili per microlitro di sangue.

Ricerca presso theernment

Per diagnosticare HES, i medici anche condurre test per misurare il tessuto e organo danni causati da eosinofili invasione e per escludere altre cause note di livelli elevati di eosinofili, come le infezioni parassitarie e alcune malattie del midollo osseo. Questi possono includere ulteriori esami del sangue, ecografie, radiografie, o biopsie del midollo osseo.

HES è una condizione per tutta la vita, e attualmente non esiste una cura. Trattamenti per HES hanno lo scopo di prevenire o controllare danno d’organo, diminuendo i livelli di eosinofili.

Il trattamento standard per la maggior parte delle varianti di HES comprende corticosteroidi, che spesso riducono efficacemente la conta degli eosinofili. Tuttavia, i livelli di eosinofili possono aumentare e sintomi di danno d’organo possono riapparire quando il farmaco viene interrotto. L’uso a lungo termine di corticosteroidi comporta il rischio di effetti collaterali dannosi, tra cui la perdita ossea, fratture, aumento di peso, depressione e diabete.

Le persone con HES che hanno il gene di fusione FIP1L1-PDGFRA sono trattati con imatinib mesilato (Gleevec), che blocca l’azione della proteina anomala prodotta dal gene di fusione. Gli studi hanno indicato che Imatinib può ridurre i livelli di eosinofili e fermare la progressione della malattia entro una o due settimane dall’inizio del trattamento. Alcune persone con HES che non hanno il gene di fusione rispondono anche al trattamento con imatinib.

I medici possono prescrivere idrossiurea in combinazione con corticosteroidi o altre terapie HES. A volte, idrossiurea può essere usato da solo per il trattamento di pazienti con HES che non rispondono ai corticosteroidi. blocchi idrossiurea la crescita delle cellule interferendo con la sintesi del DNA.

L’interferone-alfa può essere un trattamento efficace e, a volte salva-vita per le persone con alcune varianti HES che non rispondono ai corticosteroidi o altri farmaci. Interferone-alfa può talvolta essere usato in combinazione con altri farmaci. Tuttavia, il farmaco ha diversi effetti collaterali comuni, tra cui sintomi simil-influenzali, depressione e stanchezza.

Gli scienziati del eosinofili Patologia sezione del Laboratorio theernment delle malattie parassitarie (LPD) studiare il ruolo degli eosinofili nello sviluppo della malattia. la ricerca LPD contribuisce allo sviluppo di nuovi strumenti diagnostici e trattamenti per HES e le altre condizioni associate con eosinofili in eccesso, come le infezioni parassitarie. Il eosinofili Patologia sezione ha lo scopo di identificare e caratterizzare nuovi sottotipi HES e testare la sicurezza e l’efficacia dei trattamenti che colpiscono eosinofili o dei loro precursori.

Attualmente, gli scienziati stanno conducendo theernment i seguenti studi clinici HES al Centro Clinico theernment a Bethesda, Maryland

come viene trattata l’angina?

I trattamenti per l’angina includono i cambiamenti dello stile di vita, farmaci, procedure mediche, riabilitazione cardiaca (riabilitazione), e altre terapie. Gli obiettivi principali del trattamento sono

Cambia stile di vita e farmaci possono essere gli unici trattamenti necessari se i sintomi sono lievi e non stanno peggiorando. Se i cambiamenti dello stile di vita e farmaci non controllano l’angina, potrebbe essere necessario procedure mediche o di riabilitazione cardiaca.

angina instabile è una condizione di emergenza che richiede un trattamento in un ospedale.

Modifiche stile di vita

Apportare modifiche dello stile di vita può aiutare a prevenire episodi di angina. Puoi

medicinali

Si può anche cambiare stile di vita che aiutano a ridurre il rischio per la malattia coronarica. Uno dei cambiamenti più importanti è quello di smettere di fumare. Il fumo può danneggiare e stringere i vasi sanguigni e aumentare il rischio di malattia coronarica. Parlate con il vostro medico di programmi e prodotti che possono aiutare a smettere. Inoltre, cercare di evitare il fumo passivo.

Se avete difficoltà a smettere di fumare da soli, si consideri che unisce un gruppo di sostegno. Molti ospedali, luoghi di lavoro, e gruppi di comunità offrono corsi per aiutare le persone a smettere di fumare.

Per ulteriori informazioni su come smettere di fumare, andare alle malattie e condizioni Index (DCI) Il fumo e il tuo articolo cuore e la National Heart, Lung, and Blood Institute (NHLBI di) “La tua guida per un cuore sano.”

A seguito di una dieta sana è un altro importante cambiamento di stile di vita. Una dieta sana può prevenire o ridurre la pressione alta e colesterolo alto e aiutare a mantenere un peso sano.

Una dieta sana include una varietà di frutta e verdura (tra cui fagioli e piselli). Esso comprende anche i cereali integrali, carni magre, pollame senza pelle, pesce, e latte e latticini o basso contenuto di grassi senza grassi. Una dieta sana è anche a basso contenuto di sodio (sale), zuccheri aggiunti, grassi solidi, e cereali raffinati.

Per ulteriori informazioni sul seguito di una dieta sana, andare dal NHLBI “La vostra guida per abbassare la pressione sanguigna con il precipitare” e il Dipartimento statunitense del sito Web ChooseMyPlate di Agricoltura. Entrambe le risorse forniscono informazioni generali sulla sana alimentazione.

Altri importanti cambiamenti dello stile di vita comprendono

I nitrati sono i farmaci più comunemente usati per trattare l’angina. Si rilassano e si allargano i vasi sanguigni. Questo permette più sangue di fluire al cuore, riducendo il carico di lavoro del cuore.

Nitroglicerina (NI-tro-GLIS-er-in) è il nitrato più comunemente usato per l’angina. Nitroglicerina che si scioglie sotto la lingua o tra la guancia e la gengiva è usato per alleviare gli episodi di angina.

pillole di nitroglicerina e macchie della pelle sono utilizzati per prevenire gli episodi di angina. Tuttavia, pillole e cerotti agire troppo lentamente per alleviare il dolore durante un attacco di angina.

Altri farmaci sono utilizzati anche per trattare l’angina, come i beta-bloccanti, calcio-antagonisti, ACE-inibitori, farmaci antiaggreganti o anticoagulanti (fluidificanti del sangue). Questi farmaci possono aiutare

Le persone che hanno angina stabile possono essere avvisati di ottenere scatti annuali di influenza.

Se i cambiamenti dello stile di vita e farmaci non controllano l’angina, potrebbe essere necessario un intervento medico per curare la malattia cardiaca sottostante. Entrambi angioplastica (AN-Jee-oh-Plas-T) e bypass coronarico (CABG) sono comunemente usati per il trattamento di malattie cardiache.

Angioplastica apre bloccato o ridotto arterie coronarie. Durante l’angioplastica, un tubo sottile con un palloncino o altro dispositivo alla fine viene infilato attraverso un vaso sanguigno dell’arteria coronaria ristretta o bloccata.

Una volta in posizione, il palloncino viene gonfiato per spingere la placca verso l’esterno contro la parete dell’arteria. Questo allarga l’arteria e ripristina il flusso sanguigno.

L’angioplastica può migliorare il flusso di sangue al cuore e alleviare il dolore al petto. Un piccolo tubo di maglia chiamato stent solito è collocato in arteria per aiutare a mantenere aperto dopo la procedura.

Procedure mediche

Durante CABG, arterie sane o vene prese da altre zone nel vostro corpo sono utilizzate per bypass (cioè, andare in giro) le arterie coronarie ristrette. intervento chirurgico di bypass può migliorare il flusso di sangue al cuore, alleviare il dolore al torace, e possibilmente prevenire un attacco di cuore.

Si lavorerà con il medico per decidere quale trattamento è meglio per voi.

Il medico può raccomandare di riabilitazione cardiaca per angina o dopo angioplastica, CABG, o un attacco di cuore. riabilitazione cardiaca è un programma di controllo medico che può aiutare a migliorare la salute e il benessere delle persone che hanno problemi di cuore.

Il team di riabilitazione cardiaca può includere medici, infermieri, specialisti di esercizio, terapisti fisici e occupazionali, dietisti o nutrizionisti e psicologi o altri specialisti della salute mentale.

Rehab ha due parti

Per ulteriori informazioni sulla riabilitazione cardiaca, vai all’articolo DCI riabilitazione cardiaca.

La riabilitazione cardiaca

La terapia avanzata contropulsazione esterna

La terapia avanzata contropulsazione esterna (EECP) è utile per alcune persone che soffrono di angina. Grandi polsini, simili a polsini di pressione sanguigna, sono messi sulle gambe. I polsini sono gonfiati e sgonfiati in sincronia con il battito cardiaco.

La terapia EECP migliora il flusso di sangue ricco di ossigeno al muscolo cardiaco e aiuta ad alleviare l’angina. In genere si ottiene 35 trattamenti di 1 ora oltre 7 settimane.

Ibrutinib

agente antineoplastico; inibitore della tirosin-chinasi di Bruton (BTK). 1 4 5 6 7

Il trattamento del linfoma a cellule del mantello nei pazienti che hanno ricevuto almeno una precedente terapia; designato farmaco orfano dalla FDA per questo uso. 1 9

Indicazione di corrente sulla base del tasso di risposta globale; miglioramento dei risultati riferiti dai pazienti e la sopravvivenza globale non stabilito. 1

Continua l’approvazione della FDA per questa indicazione può essere subordinata alla conferma del beneficio clinico in ulteriori prove. 1

Il trattamento della LLC in pazienti che hanno ricevuto almeno una precedente terapia; designato farmaco orfano dalla FDA per questo uso. 1 3 9 16

Il trattamento della LLC in pazienti che ospitano la delezione 17p13.1 (delezione 17p) anomalie cromosomiche (compresi i pazienti naive al trattamento); designato farmaco orfano dalla FDA per questo uso. 1 9 16 17 18 20 21 22

Trattamento di Waldenstrom macroglobulinemia; designato farmaco orfano dalla FDA per questo uso. 1 9 15 19

Somministrare per via orale una volta al giorno approssimativamente alla stessa ora ogni giorno. 1

Deglutire le capsule intere con acqua; non aprire, rompere, o masticare. 1

560 mg una volta al giorno. 1 Nel principale studio clinico, la terapia fu continuata finché il paziente derivato beneficio clinico o finché verificato tossicità inaccettabile. 1 2

420 mg una volta al giorno. 1 Nel principale studio clinico, la terapia fu continuata finché il paziente derivato beneficio clinico o finché verificato tossicità inaccettabile. 1

420 mg una volta al giorno. 1 Nel principale studio clinico, la terapia fu continuata finché il paziente derivato beneficio clinico o finché verificato tossicità inaccettabile. 1 19

un aggiustamento del dosaggio non è necessaria nei pazienti sottoposti a plasmaferesi. 1

Se ≥ Grado 3 di tossicità non ematologica, ≥ grado 3 neutropenia con l’infezione o febbre, o di grado 4 tossicità ematologica si verifica, la terapia di interruzione. 1 Dopo il ripristino della tossicità (vale a dire, il ritorno ai valori basali o risoluzione al grado 1), riprendere (o interrompere) la terapia, come descritto nella tabella 1. 1

Dosaggio modifica dopo la guarigione dalla tossicità

tossicità Occurrence

Linfoma a cellule del mantello (A partire Dosaggio = 560 mg al giorno)

CLL e macroglobulinemia di Waldenström (A partire Dosaggio = 420 mg al giorno)

Primo

Riavviare a 560 mg al giorno

Riavviare a 420 mg al giorno

Secondo

Riavviare a 420 mg al giorno

Riavviare a 280 mg al giorno

Terzo

Riavviare a 280 mg al giorno

Riavviare a 140 mg al giorno

Il quarto

interrompere Ibrutinib

interrompere Ibrutinib

Evitare l’uso concomitante con potenti inibitori o moderati di CYP3A; Se l’uso concomitante di un inibitore del CYP3A moderata non può essere evitato, ridurre il dosaggio Ibrutinib a 140 mg una volta al giorno. 1 14 (vedere le interazioni.)

Lieve (Child-Pugh A) insufficienza epatica: ridurre il dosaggio a 140 mg una volta al giorno. 1 Monitor per segni di tossicità. 1 (Vedi Insufficienza epatica sotto Precauzioni.)

Moderata (Child-Pugh classe B) o grave (Child-Pugh class C) Insufficienza epatica: Evitare l’uso. 1

Non ci sono specifiche raccomandazioni sul dosaggio in questo momento. 1 (Vedi insufficienza renale sotto Precauzioni.)

Non ci sono specifiche raccomandazioni sul dosaggio in questo momento; tuttavia, alcune tossicità Ibrutinib possono essere più frequenti nei pazienti geriatrici. 1 (Vedi Uso geriatrica sotto Precauzioni.)

Produttore stati nessuno conosciuto. 1

eventi emorragici, talvolta fatali, osservati. 1 2 3 11 16 Grave (grado 3 o superiore) episodi di sanguinamento, compresi ematoma subdurale, emorragia gastrointestinale, ematuria e emorragia postprocedurale, ha osservato. 1 2 3 11 16

Aumento del rischio di eventi emorragici con l’uso concomitante di Ibrutinib e antiaggreganti piastrinici o anticoagulanti terapie. 1

Prendere in considerazione i potenziali benefici e rischi della sospensione del trattamento con Ibrutinib per almeno 3-7 giorni prima e dopo l’intervento chirurgico. 1

Infezioni gravi, a volte mortali, osservati. 1 16

leucoencefalopatia progressiva (PML) anche osservato. 1

Citopenie, tra cui trombocitopenia, anemia, neutropenia e, ha osservato. 1 grave (grado 3 o 4) citopenie osservate. 1

Monitorare la conta CBC mensile. 1 In caso di mielosoppressione, ridurre il dosaggio o interrompere la terapia. 1 (Vedi Dosaggio modifica della tossicità sotto Dosaggio e somministrazione).

La fibrillazione atriale e flutter atriale osservate. 1 16

Aumento del rischio di fibrillazione atriale in pazienti con fattori di rischio cardiaci, infezioni acute, o storia di fibrillazione atriale. 1 16

Monitorare per lo sviluppo di fibrillazione atriale. 1 Se i sintomi di aritmia (ad esempio, palpitazioni, vertigini) o dispnea nuova insorgenza verifica, monitor ECG. 1 Se la fibrillazione atriale persiste, considerare di ridurre il dosaggio e valutare attentamente il potenziale beneficio del farmaco contro rischi della terapia continuata. 1

Lo sviluppo di altri tumori maligni, compresi i carcinomi cutanei non-, riportati nel 5-14% dei pazienti trattati con Ibrutinib. 1 non-melanoma cancro della pelle si è verificato nel 4-11% dei pazienti trattati con Ibrutinib. 1

sindrome da lisi tumorale ha riferito. 1

Aumento del rischio nei pazienti con grande carico tumorale; monitorare attentamente questi pazienti e prendere le opportune precauzioni. 1

Può causare danni al feto; Tossicità embriofetale e teratogenicità dimostrato negli animali. 1 evitare la gravidanza durante la terapia. 1 Se usato durante la gravidanza o se il paziente rimane incinta durante il trattamento con farmaci, informare di potenziale pericolo fetale. 1

Gravi talvolta fatali, insufficienza renale, ha riferito. 1 S cr di 1,5-3 volte ULN osservata nei pazienti trattati con Ibrutinib con linfoma a cellule del mantello. 1

Categoria D. 1 (Vedi fetale / neonatale morbilità e mortalità sotto Precauzioni.)

Non è noto se Ibrutinib è distribuito nel latte. 1 infermieristico interrompere o la droga. 1

La sicurezza e l’efficacia non definito. 1

Nel principale studio clinico in pazienti con linfoma a cellule del mantello, alcuna differenza di efficacia nei pazienti geriatrici (≥ 65 anni di età) rispetto agli adulti più giovani, ma la tossicità (ad esempio, la fibrillazione atriale, l’ipertensione, la polmonite, cellulite, diarrea, disidratazione) si è verificato più frequentemente nei pazienti geriatrici. 1

Nel principale studio clinico di fase 3 in pazienti affetti da leucemia linfocitica cronica, alcuna differenza di efficacia nei pazienti geriatrici (≥ 65 anni di età) rispetto agli adulti più giovani, ma la tossicità di grado 3 o superiore si è verificato più frequentemente nei pazienti geriatrici. 1

Nei principali studi clinici in pazienti con macroglobulinemia di Waldenstrom, differenze complessive di efficacia in pazienti geriatrici (≥ 65 anni) rispetto ai giovani adulti, ma alcuni tossicità (ad esempio, la fibrillazione atriale, l’ipertensione, la polmonite, infezioni del tratto urinario) si sono verificati più frequentemente nei pazienti geriatrici. 1

La sicurezza non stabilita. 1

Una maggiore esposizione sistemica e le concentrazioni plasmatiche di picco nei pazienti con lieve o grave insufficienza epatica. 1 (Vedi Assorbimento:. Popolazioni speciali, sotto farmacocinetica)

Regolare il dosaggio a seconda dei casi e monitor per la tossicità, se usato in pazienti con insufficienza epatica lieve. 1 (Vedi Popolazioni speciali sotto Dosaggio e somministrazione).

Evitare l’uso in pazienti con insufficienza epatica moderata o grave. 1

L’esposizione sistemica a quanto pare non influenzata in pazienti con Clcr> 25 ml / minuto. 1

Nessuna esperienza in pazienti con insufficienza renale grave (Cl cr <25 ml / min) o in quelli sottoposti a dialisi. 1 Precedentemente trattati manto linfoma delle cellule: trombocitopenia, 1 diarrea, 1 2 neutropenia, 1 anemia, 1 stanchezza, 1 dolore 2 muscolo-scheletrico, 1 edema periferico, 1 2 infezione del tratto respiratorio superiore, 1 2 nausea, 1 2 ecchimosi, 1 dispnea, 1 2 costipazione, 1 2 rash, dolore addominale 1, 1 vomito, 1 2 diminuito appetito. 1 2 CLL: trombocitopenia, neutropenia 1 16, 1 16 diarrea, 1 16 anemia, 1 16 stanchezza, 1 16 dolore muscolo-scheletrico, 1 infezione del tratto respiratorio superiore, 1 eruzioni cutanee, nausea 1, 1 16 piressia. 1 16 Waldenstrom macroglobulinemia: neutropenia, trombocitopenia 1, 1 diarrea, eruzioni cutanee 1, 1 nausea, spasmi muscolari 1, 1 stanchezza. 1 Principalmente metabolizzati dal CYP3A e, in misura minore, dal CYP2D6 ad un metabolita attivo diidrodiolo (PCI-45227). 1 Ibrutinib e PCI-45227 non inibiscono principali isoenzimi CYP a concentrazioni clinicamente rilevanti in vitro, ma sono induttori deboli del isoenzimi CYP. 1 Ibrutinib non un substrato di P-glicoproteina (P-gp) in vitro; non ci si aspetta di inibire substrati della P-gp a concentrazioni clinicamente rilevanti. 1 Possibile interazione farmacocinetica (aumento delle concentrazioni sieriche Ibrutinib). 1 inibitori del CYP3A moderati possono aumentare AUC di Ibrutinib per cinque volte a otto volte. 1 maggiori aumenti dell'AUC e concentrazioni plasmatiche di picco (per esempio, rispettivamente 24 e 29 volte,) possibili con potenti inibitori del CYP3A. 1 (Vedi farmaci specifici e alimenti alle interazioni.) Evitare l'uso concomitante di inibitori del CYP3A moderati o potenti; considerare un farmaco alternativo con nessuna o minima potenziale di inibizione dell'enzima. 1 Se l'uso concomitante con un inibitore del CYP3A moderata non può essere evitato, ridurre il dosaggio Ibrutinib a 140 mg al giorno. 1 14 Se è richiesto a breve termine (≤7 giorni) la somministrazione di un inibitore potente CYP3A, trattenere Ibrutinib durante tale amministrazione. 1 Monitorare attentamente il paziente per gli effetti avversi se l'uso concomitante di un inibitore del CYP3A non può essere evitato. 1 Possibile interazione farmacocinetica (diminuzione delle concentrazioni sieriche Ibrutinib). 1 I potenti induttori del CYP3A possono ridurre la concentrazione plasmatica di picco e l'AUC di Ibrutinib da> 10 volte. 1 moderati induttori di CYP3A possono ridurre Ibrutinib AUC fino a tre volte. 1

Evitare l’uso concomitante; selezionare farmaco alternativo con nessuna o minima potenziale di induzione enzimatica. 1 (Vedi farmaci specifici e alimenti alle interazioni.)

Possibile interazione farmacocinetica (aumento delle concentrazioni plasmatiche di P-gp substrato). 1 (Vedi farmaci specifici e alimenti alle interazioni.)

Droga o cibo

Interazione

Commenti

Anticoagulanti

Aumento del rischio di eventi emorragici 1

Farmaci antiepilettici (carbamazepina, fenitoina)

Forse diminuzione della concentrazione plasmatica di picco e l’AUC di Ibrutinib da> 10 volte 1

Evitare l’uso concomitante; selezionare farmaco alternativo con nessuna o minima induzione del CYP3A potenziale 1

Antimicotici, azolici (ad esempio, fluconazolo, itraconazolo, ketoconazolo, posaconazolo, voriconazolo)

Forse una maggiore concentrazione plasmatica di picco e l’esposizione sistemica di Ibrutinib 1

Ketoconazolo: aumento Ibrutinib concentrazione plasmatica di picco e l’AUC da 29- e 24 volte, rispettivamente 1

Evitare l’uso concomitante; selezionare farmaco alternativo con nessuna o minima inibizione del CYP3A potenziale 1

Se l’uso concomitante non può essere evitato, monitorare attentamente il paziente per gli effetti avversi 1

Itraconazolo, ketoconazolo, posaconazolo, voriconazolo: Se l’uso concomitante della antifungini è di breve termine (≤7 giorni), trattenere la terapia Ibrutinib durante la somministrazione del antimicotico 1

Fluconazolo: Se l’uso concomitante non può essere evitato, ridurre il dosaggio Ibrutinib a 140 mg una volta al giorno 1 14

Antimicobatterici, rifamicine (ad esempio, rifampicina)

Rifampicina, un potente induttore del CYP3A, diminuita concentrazione plasmatica di picco Ibrutinib e l’AUC del 13 e 10 volte, rispettivamente, 1

Moderato induttori del CYP3A: Forse diminuito l’AUC di Ibrutinib fino a tre volte 1

Evitare l’uso concomitante di potenti induttori del CYP3A; selezionare farmaco alternativo con nessuna o minima induzione del CYP3A potenziale 1

agenti antipiastrinici

Aumento del rischio di eventi emorragici 1

agenti antiretrovirali, gli inibitori della proteasi HIV (ad esempio, atazanavir, darunavir, fosamprenavir, indinavir, nelfinavir, ritonavir, saquinavir)

Forse una maggiore concentrazione plasmatica di picco e l’esposizione sistemica di Ibrutinib 1

Evitare l’uso concomitante; selezionare farmaco alternativo con nessuna o minima inibizione del CYP3A potenziale 1

Se l’uso concomitante non può essere evitato, monitorare attentamente il paziente per gli effetti avversi 1

Se antiretrovirale è un inibitore del CYP3A e l’uso concomitante moderata non può essere evitato, ridurre il dosaggio Ibrutinib a 140 mg una volta al giorno 1 14

agenti antiretrovirali, gli inibitori della trascrittasi inversa non-nucleosidici (ad esempio, efavirenz)

Potenti induttori del CYP3A: Forse è diminuita concentrazione plasmatica di picco e l’AUC di Ibrutinib da> 10 volte 1

Moderato induttori del CYP3A: Forse diminuito l’AUC di Ibrutinib fino a tre volte 1

Evitare l’uso concomitante di potenti induttori del CYP3A; selezionare farmaco alternativo con nessuna o minima induzione del CYP3A potenziale 1

aprepitant

Forse una maggiore concentrazione plasmatica di picco e l’esposizione sistemica di Ibrutinib 1

Evitare l’uso concomitante; selezionare farmaco alternativo con nessuna o minima inibizione del CYP3A potenziale 1

Se l’uso concomitante non può essere evitato, ridurre il dosaggio Ibrutinib a 140 mg una volta al giorno e monitorare attentamente il paziente per gli effetti avversi 1 14

calcio-antagonisti (diltiazem, verapamil)

Forse una maggiore concentrazione plasmatica di picco e l’esposizione sistemica di Ibrutinib 1

Evitare l’uso concomitante; selezionare farmaco alternativo con nessuna o minima inibizione del CYP3A potenziale 1

Se l’uso concomitante non può essere evitato, ridurre il dosaggio Ibrutinib a 140 mg una volta al giorno e monitorare attentamente il paziente per gli effetti avversi 1 14

Ciprofloxacina

Forse una maggiore concentrazione plasmatica di picco e l’esposizione sistemica di Ibrutinib 1

Evitare l’uso concomitante; selezionare farmaco alternativo con nessuna o minima inibizione del CYP3A potenziale 1

Se l’uso concomitante non può essere evitato, ridurre il dosaggio Ibrutinib a 140 mg una volta al giorno e monitorare attentamente il paziente per gli effetti avversi 1 14

crizotinib

Forse una maggiore concentrazione plasmatica di picco e l’esposizione sistemica di Ibrutinib 1

Evitare l’uso concomitante; selezionare farmaco alternativo con nessuna o minima inibizione del CYP3A potenziale 1

Se l’uso concomitante non può essere evitato, ridurre il dosaggio Ibrutinib a 140 mg una volta al giorno e monitorare attentamente il paziente per gli effetti avversi 1 14

digossina

Poiché le concentrazioni di Ibrutinib sono più alti nel tratto gastrointestinale dopo somministrazione orale, le concentrazioni di farmaci orali che sono substrati della P-gp può essere aumentata 1

Pompelmo o succo di pompelmo

prodotti di pompelmo moderatamente inibiscono CYP3A; eventualmente aumentato Ibrutinib concentrazioni 1

Evitare l’uso concomitante

imatinib

Forse una maggiore concentrazione plasmatica di picco e l’esposizione sistemica di Ibrutinib 1

Evitare l’uso concomitante; selezionare farmaco alternativo con nessuna o minima inibizione del CYP3A potenziale 1

Se l’uso concomitante non può essere evitato, ridurre il dosaggio Ibrutinib a 140 mg una volta al giorno e monitorare attentamente il paziente per gli effetti avversi 1 14

Macrolidi (claritromicina, eritromicina, telitromicina)

Forse una maggiore concentrazione plasmatica di picco e l’esposizione sistemica di Ibrutinib 1

Evitare l’uso concomitante; selezionare farmaco alternativo con nessuna o minima inibizione del CYP3A potenziale 1

Se l’uso concomitante non può essere evitato, monitorare attentamente il paziente per gli effetti avversi 1

Claritromicina, telitromicina: Se l’uso concomitante del macrolide è di breve termine (≤7 giorni), trattenere la terapia Ibrutinib durante la somministrazione del macrolide 1

Eritromicina: Se l’uso concomitante non può essere evitato, ridurre il dosaggio Ibrutinib a 140 mg una volta al giorno 1 14

nefazodone

Forse una maggiore concentrazione plasmatica di picco e l’esposizione sistemica di Ibrutinib 1

Evitare l’uso concomitante; selezionare farmaco alternativo con nessuna o minima inibizione del CYP3A potenziale 1

Se l’uso concomitante non può essere evitato, monitorare attentamente il paziente per gli effetti avversi 1

arance di Siviglia o Siviglia succo d’arancia

prodotti arancio Siviglia moderatamente inibiscono CYP3A; eventualmente aumentato Ibrutinib concentrazioni 1

Evitare l’uso concomitante

Erba di S. Giovanni (Hypericum perforatum)

Potenti induttori del CYP3A: Forse è diminuita concentrazione plasmatica di picco e l’AUC di Ibrutinib da> 10 volte 1

Evitare l’uso concomitante; selezionare farmaco alternativo con nessuna o minima induzione del CYP3A potenziale 1

La somministrazione orale con il cibo aumenta la concentrazione plasmatica di picco per duplice all’esposizione di quattro volte e sistemico per duplice, rispetto alla somministrazione dopo il digiuno durante la notte. 1

I pazienti con lieve compromissione epatica (Child-Pugh A): la concentrazione plasmatica di picco o l’esposizione sistemica è aumentato del 5.2- o 2,7 volte, rispettivamente. 1

Pazienti con insufficienza epatica moderata (Child-Pugh class B): la concentrazione plasmatica di picco o l’esposizione sistemica è aumentato del 8.8- o 8.2 volte, rispettivamente. 1

I pazienti con grave compromissione epatica (Child-Pugh class C): la concentrazione plasmatica di picco o l’esposizione sistemica è aumentato del 7 o 9,8 volte, rispettivamente. 1

L’esposizione sistemica a quanto pare non influenzata in pazienti con Clcr> 25 ml / minuto. 1

Ampia distribuzione tissutale; Non noto se distribuita nel latte. 1

97,3%. 1

Metabolizzato principalmente dal CYP3A e, in misura minore, dal CYP2D6 al attiva diidrodiolo metabolita PCI-45227. 1

Eliminato nelle feci (80%) e urine (<10%). 1 4-6 ore. 1 Età (range: 37-84 anni) e il sesso non influenzano sostanzialmente farmacocinetica di Ibrutinib. 1 20-25 ° C (può essere esposto a 15-30 ° C). 1 Selettivamente ed irreversibilmente inibisce BTK, con conseguente inibizione dell'attività effettori a valle all'interno del recettore per l'antigene delle cellule B (BCR) via di segnalazione. 1 4 5 6 7 Inibisce altre chinasi del recettore (ad esempio, Bmx / Etk, EGFR, Hck, Si) in vitro. 8 inibisce la proliferazione e la sopravvivenza delle cellule maligne B in vivo. 1 Dimostra la migrazione delle cellule e l'adesione substrato di cellule CLL e cellule di linfoma delle cellule del mantello in vitro; 1 2 mobilizzazione delle cellule dai tessuti ai risultati del sangue periferico in un aumento transitorio dei linfociti conta assoluta nel sangue periferico. 2 12 13 Dimostra attività sostanziale nelle cellule attivate linfoma diffuso a cellule B B-cell-like non-Hodgkin (ABC-DLBCL) che esprimono wild-type caspasi reclutamento dominio contenenti la proteina-11 (wild-type CARD-11) in vitro e in vivo. 5 6 L'importanza di consigliare ai pazienti di prendere Ibrutinib come indicato dal loro medico e circa alla stessa ora ogni giorno. 1 Se si salta una dose, l'importanza di somministrare la dose nello stesso giorno, non appena si ricorda. 1 pazienti devono essere informati di non prendere 2 dosi nello stesso giorno per compensare la dose dimenticata. 1 Importanza dei pazienti consulenza da ingoiare Ibrutinib capsule intere con un bicchiere d'acqua e di non aprire, rompere, o masticare le capsule. 1 Rischio di sanguinamento. 1 L'importanza di informare prontamente clinico di eventuali episodi di sanguinamento insolito (ad esempio, sangue nelle feci o nelle urine, prolungata o sanguinamento incontrollato). 1 L'importanza di notificare medico prima di eventuali interventi chirurgici programmati, comprese le procedure dentali. 1 Rischio di infezioni gravi. 1 L'importanza di riportare segni o sintomi di una possibile infezione (ad esempio, brividi, febbre). 1 Rischio di fibrillazione atriale. 1 importanza di informare medico se si verificano palpitazioni, capogiri, vertigini, svenimenti, mancanza di respiro, o fastidio al torace. 1 Rischio di nefrotossicità. 1 Possibile rischio di sviluppare un secondo tumore maligno primario (ad esempio, il cancro della pelle). 1 Il rischio di sindrome da lisi tumorale. 1 L'importanza di riportare segni o sintomi di sindrome da lisi tumorale (ad esempio, aritmie, convulsioni). 1 Rischio di danni al feto. 1 Apprise paziente di potenziale pericolo per il feto se usato durante la gravidanza; le donne in età fertile devono evitare una gravidanza. 1 Rischio di diarrea. 1 L'importanza di consigliare ai pazienti di mantenere un'adeguata idratazione durante Ibrutinib terapia. 1 importanza di informare medico se la diarrea persiste. 1 Importanza di informare i medici di terapia esistente o prevista in concomitanza, tra cui la prescrizione e farmaci da banco e integratori dietetici o di erbe (ad esempio, erba di San Giovanni), nonché eventuali malattie concomitanti. 1 L'importanza di consigliare ai pazienti di non consumare pompelmo o arance di Siviglia. 1 Importanza di informare i pazienti di altre importanti informazioni di precauzione. 1 (Vedi Avvertenze). Eccipienti in preparati farmaci disponibili in commercio possono avere effetti clinicamente importanti in alcuni individui; consultare l'etichettatura dei prodotti specifici per i dettagli. Si prega di fare riferimento alla ASHP scarsità della droga Resource Center per informazioni sulla carenza di uno o più di questi preparati. Itinerari Forme di dosaggio Punti di forza Marchi fabbricante Orale Capsule 140 mg Imbruvica Pharmacyclics (comarketed da Janssen Biotech) AHFS DI Essentials. , Revisioni settembre 28, 2015 selezionati. 1. Pharmacyclics, Inc. e Janssen Biotech, Inc. Imbruvica (Ibrutinib) capsule prescrizione informazioni. Sunnyvale, CA; 2015 Gennaio 2. Wang ML, Regola S, Martin P et al. Targeting BTK con Ibrutinib nel linfoma a cellule del mantello recidivante o refrattario. N Engl J Med. 2013; 369: 507-16. [PubMed 23782157] 3. Byrd JC, Furman RR, Coutre SE et al. Targeting BTK con Ibrutinib in recidiva leucemia linfocitica cronica. N Engl J Med. 2013; 369: 32-42. [PubMed 23782158] 4. Advani RH, Buggy JJ, Sharman JP et al. Bruton tirosina chinasi inibitore Ibrutinib (PCI-32765) ha un'attività significativa nei pazienti con tumori maligni delle cellule B recidivato / refrattario. J Clin Oncol. 2013; 31: 88-94. [PubMed 23045577] 5. Dasmahapatra G, H Patel, Dent P et al. Il Bruton tirosina chinasi (BTK) inibitore PCI-32765 aumenta sinergicamente attività inibitore del proteasoma nel diffuso linfoma di grandi cellule B (DLBCL) e le cellule linfoma mantellare (MCL) sensibili o resistenti a bortezomib. Br J Haematol. 2013; 161: 43-56. [PubMed 23360303] 6. Chavez JC, Sahakian E, Pinilla-Ibarz J. Ibrutinib: una revisione basata sulle prove del suo potenziale nel trattamento della leucemia linfocitica cronica avanzata. Evid Nucleo. 2013; 8: 37-45. [PubMed 23717217] 7. Dias AL, Jain D. Ibrutinib: una nuova frontiera nel trattamento della leucemia linfocitica cronica da di Bruton tirosina chinasi inibizione. Cardiovasc Agents Hematol Med Chem. 2013; 11: 265-71. [PubMed 24433470] 8. US Food and Drug Administration. Center for Drug Evaluation and Research. Numero della domanda 205552Orig1s000: recensione Farmacologia (s). Dal sito della FDA. 9. US Food and Drug Administration. Cerca designazioni di farmaci orfani e le approvazioni. Dal sito della FDA. Accessed 2014 21 maggio. 10. Woyach JA, Johnson AJ, Byrd JC. Il percorso di segnalazione del recettore delle cellule B come target terapeutico nella LLC. Sangue. 2012; 120: 1175-1184. [PubMed 22715122] 11. US Food and Drug Administration. Center for Drug Evaluation and Research. Numero della domanda 205552Orig1s000: riepilogo. Dal sito della FDA. 12. Rossi D, Gaidano G. linfocitosi ed il trattamento della LLC Ibrutinib. Sangue. 2014; 123: 1772-4. [PubMed 24652958] 13. Herman SE, Niemann CU, Farooqui M et al. linfocitosi in pazienti affetti da leucemia linfocitica cronica Ibrutinib-indotto: analisi correlative da uno studio di fase II. Leucemia. 2014; [PubMed 24699307] 14. US Food and Drug Administration. Center for Drug Evaluation and Research. Numero della domanda 205552Orig1s000: Farmacologia clinica e biofarmaceutica recensione (s). Dal sito della FDA. 15. Pharmacyclics, Sunnyvale, CA: Comunicazione personale. 16. Byrd JC, Brown Jr, O'Brien S et al. Ibrutinib contro ofatumumab in precedentemente trattati leucemia linfatica cronica. N Engl J Med. 2014; 371: 213-23. [PubMed 24881631] 17. Farooqui MZ, Valdez J, Martire S et al. Ibrutinib per precedentemente non trattati e recidivato o refrattario leucemia linfocitica cronica con aberrazioni TP53: una fase 2, studio a braccio singolo. Lancet Oncol. 2015 Febbraio; 16: 169-76. 18. Byrd JC, Furman RR, Coutre S et al. Il Bruton tirosina chinasi (BTK), un inibitore Ibrutinib (PCI-32765) promuove alto tasso di risposta, remissioni durature, ed è tollerabile nel trattamento naive (TN) e recidivato o refrattario (RR) la leucemia linfatica cronica (LLC) o piccolo linfoma linfocitico (SLL ) pazienti inclusi i pazienti con alto rischio (HR) malattia: nuove e aggiornate risultati di 116 pazienti in uno studio Ib / II fase. Sangue. 2012; 120 (21): 189. Astratto. 19. Treon SP, Tripsas CK, Meid K et al. Ibrutinib in precedenza trattata macroglobulinemia di Waldenstrom. N Engl J Med. 2015; 372: 1430-1440. 20. Farooqui M, Aue G, Valdez J et al. Singolo agente Ibrutinib (PCI-32765) ottiene risposte altrettanto buoni e duraturi nella leucemia linfocitica cronica (CLL) pazienti con e senza delezione 17p. Presentazione orale al 55 ° Meeting Annuale della American Society of Hematology, New Orleans, LA, 2012 Dec 7-10. 21. Wiestner A, Farooqui M, Valdez J, et al. Singolo agente Ibrutinib (PCI-32765) è altamente efficace nei pazienti leucemia linfocitica cronica con delezione 17p. Hematol Oncol. 2013; 31: 96-150. 22. O'Brien SM, Furman RR, Coutre SE et al. valutazione indipendente dell'efficacia Ibrutinib 3 anni post-iniziale di monoterapia nei pazienti con leucemia linfocitica cronica / piccola leucemia linfatica tra cui le malattie delezione 17p. J Clin Oncol. 2014; 32: 5s (American Society of Clinical Oncology Annual Meeting Abstracts): Abstract No 7014.

Come viene diagnosticata la fibrosi cistica?

I medici a diagnosticare la fibrosi cistica (FC) sulla base dei risultati di vari test.

Tutti gli Stati schermata neonati per CF utilizzando un test genetico o di un esame del sangue. Il test genetico indica se un neonato ha i geni difettosi CFTR. Il test del sangue mostra se il pancreas di un neonato sta funzionando correttamente.

Se un test di prova o genetica del sangue suggerisce CF, un medico sarà confermare la diagnosi con un test del sudore. Questo test è il test più utile per la diagnosi CF. Un test del sudore misura la quantità di sale nel sudore.

Lo screening neonatale

Per questo test, il medico innesca sudorazione su una piccola zona di pelle su un braccio o una gamba. Lui o lei strofina la pelle con una sostanza chimica sudore produzione e quindi utilizza un elettrodo per fornire una lieve corrente elettrica. Ciò può causare un formicolio o sensazione di calore.

test del sudore

Il sudore viene raccolto su un pad o carta e poi analizzato. Il test del sudore di solito viene effettuata due volte. Alti livelli di sale confermare una diagnosi di CF.

Se voi o il vostro bambino ha CF, il medico può raccomandare altri test, come ad esempio

Se sei incinta, i test genetici prenatali in grado di dimostrare se il feto ha CF. Questi test includono l’amniocentesi (AM-ne-o-sen-TE-sis) e dei villi coriali (ko-re-ON-ik VIL-us) campionamento (CVS).

In l’amniocentesi, il medico inserisce un ago cavo attraverso la parete addominale nell’utero. Lui o lei rimuove una piccola quantità di liquido dal sacco intorno al bambino. Il fluido viene testato per vedere se entrambi i geni CFTR del bambino sono normali.

In CVS, il medico infila un tubo sottile attraverso la vagina e la cervice alla placenta. Il medico rimuove un campione di tessuto dalla placenta con una leggera aspirazione. Il campione viene testato per vedere se il bambino ha CF.

Le persone che hanno una normale gene CFTR e un gene CFTR difettosa sono portatori CF. vettori CF di solito non hanno sintomi di CF e vivere una vita normale. Tuttavia, i vettori possono passare i geni difettosi CFTR ai loro figli.

Se avete una storia familiare di CF o un partner con CF (o una storia familiare di esso) e si sta programmando una gravidanza, si consiglia di scoprire se sei un portatore CF.

Un genetica consulente può testare un campione di sangue o saliva per scoprire se si dispone di un gene della fibrosi cistica difettoso. Questo tipo di test in grado di rilevare i geni difettosi CF in 9 casi su 10.

altri test

Screening prenatale

Fibrosi Cistica Test Carrier

imipramina (via orale) nomi di descrizione e di marca

Imipramina è usato per curare la depressione. Appartiene ad un gruppo di farmaci noti come antidepressivi triciclici (TCA). Questi farmaci sono stati pensati per lavorare, aumentando l’attività di una sostanza chimica chiamata serotonina nel cervello.

compresse imipramina sono utilizzati anche per il trattamento di enuresi (enuresi notturna) nei bambini.

Il farmaco è disponibile solo con prescrizione del medico.

Questo prodotto è disponibile nelle seguenti forme di dosaggio

Nel decidere di usare un farmaco, i rischi di assunzione del farmaco devono essere pesati contro il buon esso farà. Questa è una decisione voi ed il vostro medico farà. Per questo farmaco, si deve considerare quanto segue

Informi il medico se ha mai avuto una reazione allergica insolita a questo farmaco o di qualsiasi altro medicinale. Inoltre informi il medico se avete altri tipi di allergie, come ad esempio per alimenti, coloranti, conservanti, o animali. Per i prodotti non soggetti a prescrizione, leggere attentamente gli ingredienti etichetta o la confezione.

Tablet; Capsule

studi appropriati non sono stati condotti sul rapporto dell’età agli effetti di capsule imipramina per trattare la depressione nella popolazione pediatrica. non sono state stabilite sicurezza ed efficacia.

allergie

studi appropriati Non sono stati effettuati sul rapporto di età per gli effetti di compresse imipramina in bambini con enuresi (enuresi notturna) di età inferiore ai 6 anni di età. non sono state stabilite sicurezza ed efficacia.

pediatrico

studi appropriati condotti fino ad oggi non hanno dimostrato problemi specifici geriatrici che limiterebbero l’utilità del imipramina negli anziani. Tuttavia, i pazienti anziani hanno maggiori probabilità di avere reni, fegato o problemi cardiaci legati all’età, che possono richiedere cautela e un aggiustamento della dose per i pazienti trattati con imipramina.

geriatrico

Non ci sono studi adeguati in donne per determinare i rischi bambino quando si usa questo farmaco durante l’allattamento. Pesare i potenziali benefici contro i potenziali rischi prima di prendere questo farmaco durante l’allattamento.

L’allattamento al seno

Interazioni farmacologiche

altre interazioni

Anche se alcuni farmaci non devono essere utilizzati insieme a tutti, in altri casi due medicine differenti possono essere usati insieme anche se potrebbe verificarsi un’interazione. In questi casi, il medico può decidere di cambiare la dose, o può essere necessarie altre precauzioni. Quando si sta assumendo questo farmaco, è particolarmente importante che il personale sanitario sapere se si sta assumendo uno dei medicinali elencati di seguito. Le seguenti interazioni sono stati selezionati sulla base della loro potenziale significato e non sono necessariamente tutti incluso.

Altri problemi di salute

L’utilizzo di questo farmaco con uno qualsiasi dei seguenti farmaci non è raccomandato. Il medico può decidere di non trattare con questo farmaco o cambiare alcuni degli altri farmaci che si prendono.

dosaggio

L’utilizzo di questo farmaco con uno qualsiasi dei seguenti farmaci non è generalmente raccomandato, ma può essere richiesto in alcuni casi. Se entrambi i farmaci sono prescritti insieme, il medico può modificare la dose o la frequenza con cui si utilizza uno o entrambi i farmaci.

Dose

L’utilizzo di questo farmaco con uno qualsiasi dei seguenti farmaci possono causare un aumento del rischio di alcuni effetti collaterali, ma usando entrambi i farmaci può essere il trattamento migliore per voi. Se entrambi i farmaci sono prescritti insieme, il medico può modificare la dose o la frequenza con cui si utilizza uno o entrambi i farmaci.

Alcuni medicinali non devono essere utilizzati o intorno al tempo di mangiare cibo o mangiare alcuni tipi di alimenti in quanto si possono verificare interazioni. L’utilizzo di alcool o tabacco con alcuni farmaci può anche causare interazioni che si verifichi. Le seguenti interazioni sono stati selezionati sulla base della loro potenziale significato e non sono necessariamente tutti incluso.

L’utilizzo di questo farmaco contemporaneamente con di solito non è raccomandato il seguente, ma può essere inevitabile in alcuni casi. Se utilizzati insieme, il medico può modificare la dose o come spesso si usa questo farmaco, o dare istruzioni speciali circa l’uso di cibo, alcool o tabacco.

L’utilizzo di questo farmaco con uno qualsiasi dei seguenti può causare un aumento del rischio di alcuni effetti collaterali, ma può essere inevitabile in alcuni casi. Se utilizzati insieme, il medico può modificare la dose o come spesso si usa questo farmaco, o dare istruzioni speciali circa l’uso di cibo, alcool o tabacco.

La presenza di altri problemi di salute possono influenzare l’uso di questo medicinale. Assicurati di informare il medico se avete altri problemi di salute, in particolare

Assumere il farmaco solo come indicato dal vostro medico per la vostra condizione quanto più possibile. Non prenda più di esso, non si è più spesso, e non prendere per un tempo più lungo di quanto il medico ha ordinato.

Il farmaco viene fornito con una guida di medicinali. Leggere e seguire attentamente le istruzioni. Chiedete al vostro medico se avete domande.

La dose di questo farmaco sarà diverso per i diversi pazienti. Seguire gli ordini del vostro medico o le indicazioni sull’etichetta. Le seguenti informazioni includono solo le dosi medie di questo medicinale. Se la dose è diversa, non cambiarlo a meno che il medico ti dice di fare così.

La quantità di farmaco che si prende dipende dalla forza della medicina. Inoltre, il numero di dosi di prendere ogni giorno, il tempo concesso tra le dosi e la durata del tempo di prendere il farmaco dipendono dal medico per il problema che si sta utilizzando il farmaco.

Conservazione

Se si dimentica una dose di questo medicinale, prendere il più presto possibile. Tuttavia, se è quasi ora per la dose successiva, salti la dose e tornare al normale orario di dosaggio. Non raddoppiare le dosi.

Conservare il medicinale in un contenitore chiuso a temperatura ambiente, lontano da fonti di calore, umidità e luce diretta. Teme il gelo.

Tenere fuori dalla portata dei bambini.

Non tenere obsolete medicina o la medicina non è più necessario.

Chiedi al tuo operatore sanitario come si deve disporre di tutta la medicina non si usa.

E ‘molto importante che il medico controllare i vostri progressi a visite regolari per permettere cambiamenti nella vostra dose e di verificare la presenza di eventuali effetti indesiderati. Gli esami del sangue possono essere necessari per verificare la presenza di eventuali effetti indesiderati. Verificare con il proprio medico se si iniziano ad avere la febbre o mal di gola durante l’assunzione di questo farmaco.

Non prendere imipramina con un inibitore della monoamino ossidasi (MAO) (ad esempio, isocarbossazide [Marplan®], Linezolid [Zyvox®], metilene iniezione blu, fenelzina [Nardil®], selegilina [Eldepryl®, o tranilcipromina [Parnate®]). Non iniziare a prendere imipramina durante le 2 settimane dopo l’interruzione di un inibitore delle MAO e attendere 2 settimane dopo l’interruzione imipramina prima di prendere un inibitore MAO. Se si prende insieme o non aspettare 2 settimane, si può sviluppare confusione, agitazione, irrequietezza, stomaco o sintomi intestinali, una temperatura corporea elevata improvviso, una pressione arteriosa molto elevati o convulsioni gravi.

Imipramine può causare alcuni adolescenti e giovani adulti ad essere agitati, irritabile, o visualizzare altri comportamenti anomali. Esso può anche causare alcune persone di avere pensieri e le tendenze suicide o di diventare più depresso. Alcune persone possono avere difficoltà a dormire, si arrabbiano facilmente, avere un grande aumento di energia, o iniziare ad agire sconsiderato. Se si, il vostro bambino, o il caregiver nota uno di questi effetti collaterali, il medico o il medico del bambino subito. Lasciate che il medico sapere se voi o qualcuno nella vostra famiglia ha il disturbo bipolare (maniaco-depressiva) o ha tentato il suicidio.

Imipramina può causare una grave condizione chiamata sindrome serotoninergica se preso insieme ad alcuni farmaci. Non utilizzare imipramina con buspirone (Buspar®), fentanil (Abstral®, Duragesic®), litio (Eskalith®, Lithobid®), metilene iniezione blu, triptofano, erba di San Giovanni, o alcuni farmaci di dolore o emicrania (ad esempio, rizatriptan , sumatriptan, tramadolo, Frova®, Imitrex®, Maxalt®, Relpax®, Ultram®, Zomig®). Verificare con il proprio medico prima di prendere qualsiasi altro farmaco con imipramina.

Non interrompere l’assunzione del farmaco senza aver prima consultato il medico. Il medico può decidere di ridurre gradualmente la quantità che si sta utilizzando prima di fermarsi completamente. Ciò farà diminuire la probabilità di avere sintomi di astinenza come agitazione, problemi respiratori, dolore toracico, confusione, diarrea, vertigini o capogiri, tachicardia, mal di testa, aumento della sudorazione, dolori muscolari, nausea, agitazione, naso che cola, problemi del sonno, tremore o agitazione, stanchezza o debolezza insolite, disturbi visivi, o vomito.

Questo medicinale si aggiungono agli effetti di altri depressivi del sistema nervoso centrale (SNC) (farmaci che causano sonnolenza) alcool e. Alcuni esempi di deprimenti del SNC sono antistaminici o medicine per la febbre da fieno, altre allergie o raffreddori, sedativi, tranquillanti, o farmaci a pelo, prescrizione medicina del dolore o narcotici, medicina per crisi epilettiche o barbiturici, rilassanti muscolari, o anestetici, tra cui alcuni anestetici dentali. Verificare con il proprio medico prima di assumere una di queste mentre si sta utilizzando questo medicinale.

Prima di avere qualsiasi tipo di intervento chirurgico, informi il medico responsabile che si sta utilizzando questo medicinale. Prendendo imipramina insieme con i farmaci utilizzati durante l’intervento chirurgico può aumentare il rischio di effetti collaterali.

Il farmaco può variare il livello degli zuccheri nel sangue. Se si nota un cambiamento nei risultati delle tue sangue o delle urine test di zucchero, o se avete domande, consultare il medico.

Il farmaco può rendere la pelle più sensibile alla luce solare. Utilizzare una protezione solare quando ci si trova all’aperto. Evitare lampade solari e lettini abbronzanti.

Il farmaco può causare alcune persone a diventare sonnolenza o meno avviso di quello che sono normalmente. Assicuratevi di sapere come reagisce a questo farmaco prima di guidare, utilizzare macchinari, o fare qualsiasi altra cosa che potrebbe essere pericoloso se si è stanchi o no avviso.

Non assumere altri farmaci a meno che non sono stati discussi con il medico. Questo include (over-the-counter [OTC]) medicinali soggetti a prescrizione o senza ricetta medica e gli integratori a base di erbe o vitamine.

Insieme con i suoi effetti necessario, un farmaco può causare alcuni effetti indesiderati. Anche se non tutti questi effetti indesiderati possono verificarsi, se si verificano possono avere bisogno di cure mediche.

Verificare con il proprio medico immediatamente se uno qualsiasi dei seguenti effetti indesiderati si verificano

Ottenere aiuto d’emergenza immediatamente se uno qualsiasi dei seguenti sintomi di overdose si verificano

Alcuni effetti indesiderati possono verificarsi, che non hanno bisogno di cure mediche. Questi effetti indesiderati possono andare via durante il trattamento, come il corpo si abitua alla medicina. Inoltre, il personale sanitario può essere in grado di dirvi circa i modi per prevenire o ridurre alcuni di questi effetti collaterali. Verificare con il proprio medico se uno qualsiasi dei seguenti effetti collaterali sono fastidiosi o continuare o se avete domande su di loro

Altri effetti collaterali non elencati possono verificarsi anche in alcuni pazienti. Se si notano altri effetti, verificare con il personale sanitario.

Ernia inguinale prevenzione

La maggior parte delle ernie inguinali non possono essere evitati, soprattutto nei neonati e nei bambini. Gli adulti possono essere in grado di prevenire alcune ernie o impedire l’ernia si ripresenti seguendo alcuni di questi suggerimenti

Invia te un link per scaricare l’applicazione.

Attendere prego…

Evitare di diventare sovrappeso. Essere in sovrappeso crea una maggiore pressione addominale e aumenta il rischio di sviluppare un ernia inguinale. Soggiornare in un peso sano attraverso la dieta ed esercizio fisico; Evitare di rapida perdita di peso (come ad esempio in diete drastiche). programmi di perdita di peso rapidi possono essere carenti di proteine ​​e vitamine che sono necessarie per la forza muscolare, causando debolezza nei muscoli dell’addome; Smettere di fumare. tosse cronica da fumo aumenta il rischio di sviluppare un ernia; Evitare la stitichezza e sforzare durante i movimenti intestinali e la minzione. Tendendo causa un aumento della pressione all’interno dell’addome; Usare bene i meccanismi del corpo quando si solleva oggetti pesanti. Sollevare con le gambe, non con la schiena. Per ulteriori informazioni, problemi alla schiena: corretta di sollevamento.

ibuprofene e fenilefrina

L’ibuprofene è un fans (FANS). L’ibuprofene funziona riducendo gli ormoni che causano l’infiammazione e il dolore nel corpo.

Fenilefrina è un decongestionante che restringe i vasi sanguigni nei passaggi nasali. dilatazione dei vasi sanguigni possono causare congestione nasale (naso chiuso).

Ibuprofene e fenilefrina è un farmaco usato nel trattamento del naso chiuso, congestione sinusale, tosse e dolori o febbre causata dal comune raffreddore o influenza.

Ibuprofene e fenilefrina possono essere utilizzati anche per scopi non elencati in questo farmaco guida.

L’ibuprofene può aumentare il rischio di attacco di cuore fatale o ictus, soprattutto se lo si utilizza a lungo termine o prendere dosi elevate, o se si hanno malattie cardiache. Non utilizzare il farmaco prima o dopo l’intervento di bypass cardiaco (intervento di bypass coronarico, o CABG).

L’ibuprofene può anche causare sanguinamento gastrico o intestinale, che può essere fatale. Queste condizioni possono verificarsi senza preavviso, soprattutto negli anziani.

Non utilizzare ibuprofene e fenilefrina se avete usato un inibitore MAO negli ultimi 14 giorni, come isocarbossazide, Linezolid, metilene iniezione blu, fenelzina, rasagilina, selegilina, o tranilcipromina.

L’ibuprofene può aumentare il rischio di attacco di cuore fatale o ictus, soprattutto se lo si utilizza a lungo termine o prendere dosi elevate, o se si hanno malattie cardiache. Anche le persone senza malattie cardiache o fattori di rischio potrebbero avere un ictus o attacco cardiaco durante l’assunzione di questo farmaco.

Non utilizzare il farmaco prima o dopo l’intervento di bypass cardiaco (intervento di bypass coronarico, o CABG).

L’ibuprofene può anche causare sanguinamento gastrico o intestinale, che può essere fatale. Queste condizioni possono verificarsi senza preavviso durante l’uso di ibuprofene e fenilefrina, soprattutto negli anziani.

Non si deve usare questo farmaco se si è allergici a ibuprofene o fenilefrina, o se avete mai avuto un attacco d’asma o di grave reazione allergica dopo aver assunto aspirina o un FANS.

Non utilizzare ibuprofene e fenilefrina se avete usato un inibitore MAO negli ultimi 14 giorni. Una interazione farmaco pericoloso potrebbe verificarsi. inibitori MAO includono isocarbossazide, Linezolid, metilene iniezione blu, fenelzina, rasagilina, selegilina, tranilcipromina, e altri.

Non dare ibuprofene ad un bambino di età inferiore ai 12 anni.

Fai un medico o il farmacista se è sicuro per voi di assumere il farmaco se si dispone di

la malattia di cuore, pressione alta, colesterolo alto, diabete, o se si fuma

una storia di infarto, ictus, o coagulo di sangue

una storia di ulcere allo stomaco o sanguinamento

asma

malattie epatiche o renali

un disturbo della tiroide

diabete; o

ingrossamento della prostata, problemi di minzione.

Prendendo ibuprofene durante gli ultimi 3 mesi di gravidanza può danneggiare il nascituro. Non utilizzare ibuprofene e fenilefrina senza il parere di un medico in caso di gravidanza.

Non è noto se l’ibuprofene e fenilefrina passa nel latte materno o se potrebbe danneggiare un bambino di cura. Non usare questo farmaco senza il parere di un medico se si sta allattando un bambino.

Utilizzare esattamente come indicato in etichetta, o come prescritto dal medico. Non utilizzare in quantità maggiori o più a lungo di quanto raccomandato. Un sovradosaggio di ibuprofene può danneggiare lo stomaco o l’intestino.

Assumere il farmaco con cibo o latte per ridurre disturbi di stomaco.

Chiamate il vostro medico se si dispone di una febbre che dura più di 3 giorni, se avete nuovi sintomi, o se la sua condizione non migliora dopo l’assunzione di questo farmaco per 7 giorni.

Se avete bisogno di un intervento chirurgico, informi il chirurgo prima del tempo se si è assunto il farmaco negli ultimi giorni.

Conservare a temperatura ambiente lontano da umidità e calore.

Dal momento che l’ibuprofene e fenilefrina viene utilizzato in caso di necessità, può non essere su un programma di dosaggio. Se siete su un programma, utilizzare la dose non appena se ne ricorda. Saltare la dose se è quasi ora per la dose successiva. Non usare la medicina extra per compensare la dose dimenticata.

Rivolgersi al medico di emergenza o contattare il veleno Guida a 1-800-222-1222.

sintomi di sovradosaggio possono comprendere vomito, mal di stomaco, diarrea, ronzio nelle orecchie, una grave sonnolenza, agitazione, sudorazione, tosse con sangue, respirazione debole o superficiale, svenimento, o sequestro (convulsioni).

Evitare di bere alcolici. Si può aumentare il rischio di sanguinamento dello stomaco.

Evitare di prendere l’aspirina, mentre si sta prendendo l’ibuprofene.

Evitare l’assunzione di ibuprofene se sta assumendo aspirina per prevenire ictus o attacco cardiaco. L’ibuprofene può rendere l’aspirina meno efficace nel proteggere il tuo cuore e vasi sanguigni. Se è necessario utilizzare entrambi i farmaci, prendere l’ibuprofene almeno 8 ore prima o 30 minuti dopo si prende il aspirina (modulo patinata non enterica).

Chiedete al medico o al farmacista prima di usare qualsiasi altro colpo di tosse, raffreddore, o di medicina del dolore. Molti farmaci di combinazione contengono ibuprofene o fenilefrina. Assunzione di alcuni prodotti insieme può causare ad ottenere troppo di questo medicinale.

Ottenere assistenza medica di emergenza se si hanno segni di una reazione allergica: starnuti, naso chiuso o che cola; respiro affannoso o problemi respiratori; orticaria; gonfiore del viso, labbra, della lingua o della gola.

Ottenere assistenza medica di emergenza se si hanno segni di un attacco di cuore o ictus: petto mal di diffusione al la mascella o alla spalla, improvviso intorpidimento o debolezza su un lato del corpo, difficoltà di parola, sensazione di fiato corto.

Smettere di usare questo medicinale e chiamare il medico in una sola volta se si dispone di

confusione, sonnolenza grave, ronzio nelle orecchie, forti capogiri, sensazione di come si possa passare fuori

veloce, martellante, o battito cardiaco irregolare

ecchimosi o sanguinamento (epistassi, sanguinamento delle gengive)

il primo segno di una eruzione cutanea, non importa quanto lieve

segni di sanguinamento dello stomaco – feci sanguinolente o catramosi, tosse con sangue o vomito, che assomigliano a chicchi di caffè

problemi al fegato – dolore alla parte superiore dello stomaco, vomito, sensazione di stanchezza, sintomi simil-influenzali, perdita di appetito, urine scure, feci color argilla, ittero (colorazione gialla della pelle o degli occhi)

problemi renali – poca o nessuna minzione, minzione dolorosa o difficile, gonfiore o rapido aumento di peso, sensazione di stanchezza o di fiato corto

problemi nervosi – febbre, mal di testa, rigidità del collo, brividi, aumento della sensibilità alla luce, convulsioni (convulsioni); o

grave reazione cutanea – febbre, mal di gola, gonfiore in faccia o della lingua, bruciando nei tuoi occhi, il dolore della pelle seguite da una eruzione cutanea rossa o viola che si diffonde (soprattutto del viso o parte superiore del corpo) e le cause di vesciche e desquamazione.

Effetti indesiderati comuni possono includere

diarrea, costipazione

mal di testa, vertigini, sonnolenza, debolezza

mal di stomaco, nausea, vomito, perdita di appetito

sensazione di ansia o eccitato

problemi di sonno (insonnia); o

vampate di calore (calore, rossore, sensazione di formicolio o).

Questa non è una lista completa degli effetti indesiderati possono verificarsi e altri. Chiamate il vostro medico per un consiglio medico circa gli effetti collaterali. Puoi segnalare gli effetti collaterali a FDA al numero 1-800-FDA-1088.

Chiedi al tuo medico prima di usare l’ibuprofene e fenilefrina se si prende un antidepressivo come il citalopram, escitalopram, fluoxetina (Prozac), fluvoxamina, paroxetina (Paxil), Sertralina (Zoloft), trazodone, o vilazodone. Prendendo uno qualsiasi di questi farmaci con un FANS può causare lividi o emorragie.

Fai un medico o il farmacista se è sicuro per l’uso di ibuprofene e fenilefrina se si utilizza anche uno qualsiasi dei seguenti farmaci

litio

metotressato

un anticoagulante (warfarin, Coumadin, Jantoven)

cardiaca o pressione arteriosa farmaci, tra cui un diuretico o “pillola acqua”; o

medicina steroide (ad esempio prednisone).

Questo elenco non è completo. Altri farmaci possono interagire con ibuprofene, tra prescrizione e over-the-counter farmaci, vitamine e prodotti a base di erbe. Non tutte le possibili interazioni sono elencati in questo farmaco guida.

 Cerner multum, Inc. Versione: 1.01. Data di revisione: 2015/12/15, 07:47:05.

il trattamento dell’infertilità per le donne con PCOS – Panoramica argomento

Le donne con sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) non ovulare regolarmente. Spesso hanno difficoltà a rimanere incinta. Il clomifene medicina (come Clomid) è comunemente usato per stimolare l’ovulazione. Ma non funziona per alcune donne che hanno PCOS. Questo perché molti sistemi del corpo sono coinvolti in problemi di ovulazione PCOS. Spesso altro trattamento può riequilibrare sistema metabolismo e ormonale del corpo, per cui non è necessario che la medicina ovulazione (o funziona meglio se viene utilizzato).

Chiunque abbia lottato con infertilità vi dirà questo: Si può essere molto la corsa sulle montagne russe. “La cosa più difficile per noi non stava avendo risposte”, dice una donna, ora 38. Lei e il suo 45-year-old marito sono stati deragliato per diversi anni, mentre i medici hanno cercato di capire la causa della loro sterilità; A differenza di questa coppia, circa l’80% al 85% delle coppie statunitensi sono in grado di avere una gravidanza dopo un anno di tentativi. Quando si arriva oltre l’anno di conio, tuttavia, è il momento di chiedere aiuto. Se hai più di 35 anni, è …