influenza (influenza) cause

virus influenzali viaggiano attraverso l’aria in goccioline quando qualcuno con la tosse infezione, starnutisce o parla. È possibile inalare le goccioline direttamente, o si possono raccogliere i germi di un oggetto – come ad esempio una tastiera del telefono o un computer – e poi trasferirli sul occhi, il naso o la bocca.

Le persone con il virus sono suscettibili contagiose dal giorno o due prima che i sintomi compaiono prima fino a circa cinque giorni dopo che i sintomi iniziano, anche se a volte le persone sono contagiose per tutto il tempo di 10 giorni dopo la comparsa dei sintomi. I bambini e le persone con sistema immunitario indebolito possono essere contagiosi per un tempo leggermente più lungo.

I virus influenzali sono in continua evoluzione, con nuovi ceppi che appaiono regolarmente. Se hai avuto l’influenza, in passato, il tuo corpo ha già fatto anticorpi per combattere quel particolare ceppo del virus. Se i futuri virus influenzali sono simili a quelli che hai incontrato prima, sia per avere la malattia o con la vaccinazione, quegli anticorpi possono prevenire l’infezione o ridurre la sua gravità.

Ma anticorpi contro i virus influenzali che hai incontrato in passato non si possono proteggere da nuovi sottotipi di influenza che possono essere molto diversi immunologicamente da quello che aveva prima.